header image
 

Seguire orme…

tenebra_by_albe75
Non mi piacciono le strade già percorse, preferisco i viottoli campestri, dove posso passeggiare e conversare col mio demone.

Voglio mettermi in gioco e vivere le mie contraddizioni, sondare l’anima, accarezzare la mia zona d’Ombra (che appare e scompare), mi piace quel dolore che non ti fa respirare e dal quale si riemerge con nuove consapevolezze…

Ognuno di noi ha in sè un enigma, c’è chi accetta di essere l’enigma e chi è persuaso di esserne la soluzione e spoglia l’arcano delle sue ombre, convinto che denudarlo dei suoi apparenti orpelli sia questa soluzione.
Invero questi orpelli apparenti sono la maschere sotto le quali si nasconde la sua essenza, esse vanno comprese perchè ogni maschera ha un suo senso di essere, soltanto quando l’enigma si sarà svelato anche le maschere cadranno.
L’enigma può essere nell’anima di ognuno, oppure nella mente o nel cuore o in un ricordo o in un’altra qualsiasi cosa…

Seguire orme…no, non ci possono essere scoperte su sentieri già percorsi…. bisogna liberare i Titani

    Ah il baratro potente in cui sprofondare!
    Il Tartaro magnifico dei sette giorni di precipizio folle!
    Cadere incartati nella tenebra,
    del tutto ciechi e inconsapevoli
    come angeli braccati dalla notte.

~ di Margot on 27 Novembre 2010. Tagged: , , , , ,

11 Risposte to “Seguire orme…”

  1. grazie Ricky…è bello leggerti qui e così

    Aspra,
    come una goccia di rugiada
    contaminata dalle lacrime
    questa notte ottusa
    che ha spento le stelle
    e offre la sua nigredo
    ad un alba che sembra non venire.

    Accolgo la tua poesia
    plasmata nella creta
    impastata dell’asprezza della vita,
    di quegli attimi fermi che sono
    le stelle che la notte ha spento
    e che conservi nelle tasche invernali
    di cappotti smessi.

    Eppure un sorriso sghembo
    ti piega il labbro e ti riempie d’allegria
    se pensi a sguardo di cielo fermo
    e riccioli co_sparsi d’aria
    dove si occulta Rigel,
    di Orione l’occhio blu.

  2. Vieni notte prestami
    un volto d’angiolo
    capelli di medusa
    sottigliezza di spazi
    un sentimento qualunque:

    chi incontrerò sarà la vita
    l’alba irragiungibile

    andrò per strade mai visitate
    verso l’esplorato niente:-

    Bongiorno niente che conosco

    e una stella maligna
    da lassù spia
    tutto ciò che si dona

  3. visioni differenti Chiara;) non è la mia, come ti ho già detto l’una cosa esclude l’altra, è come se si decidesse di indossare il cappotto in piena estate
    un saluto

  4. @Margot
    Risolvere l’enigma e scegliere di mantenere le maschere…non addosso…ma come possibilità…
    Comunque possono essere visioni differenti :-)
    Un saluto

  5. Quanto adoro qst note..
    Un abbraccio dolce Margot ;-)

  6. Stella@ only the brave….. non deve essere semplice

    Chiara@ quello che tu prospetti è impossibile nel percorso che IO intendo, se mantieni le maschere non hai risolto l’enigma… altrimenti non ne sentirai più la necessità nè l’utilità, non è detto che tutti siano in grado di farlo

  7. Si può risolvere l’enigma e mantenere le maschere.
    Un saluto
    Chiara

  8. Costa fatica risolvere gli enigmi. :(

    buona notte

  9. invece è prorpio questo l’errore madornale Sire! siamo dei mostri a non essere noi stessi, è stata questa la grande involuzione, l’omologazione che la modernità ha imposto al nostro essere e al nostro pensiero.
    la mia bontà quando è manifesta è genuina e non m interessa affermare che amo tutti gli individui se non è vero, ma, paradosssalmente, se raggiungeremo il nostro nucleo, i sentimenti negativi spariranno da soli.

  10. sei incorregibile Re…sei una delle poche persone che riescono a strapparmi sempre un sorriso, anche adesso che mi sono appena svegliata, sembro la strega marghepina coi riccioli ingrifati e non ho ancora preso il caffè….

    questa è la risposta alla seconda parte del tuo commento… dopo il caffè rispnderà alla prima :)

    è sempre un piacere ospitare nella mia casa una purezza e una bellezza celestiale ;)

  11. Tutto ruota intorno all’apparire. L’indice puntato, in segno di spregio, ci fa manifestare esclusivamente le bontà. Guai ad essere se stessi fino in fondo, saremmo dei mostri che, al cospetto del supremo demone, lo faremmo vergognare. L’essere se stessi, spesso, fa paura a noi stessi figuriamoci al prossimo!

    p.s. tranne la mia persona la cui anima e tersa come l’aria mattutina di montagna e limpida come l’acqua del ruscello che da essa sgorga. Con un cuore puro e un cervello sano insieme ad un fisico celestiale.

    :D